Ecco la seconda parte dell’articolo dello scorso mese, ecco di seguito quali altre emozioni prova il nostro cane. Buona lettura!
Il DOLORE (fisico e psichico) è un altro stato d’animo che si riconosce con molta facilità.

Tutti abbiamo dovuto portare, almeno una volta, il nostro cucciolo dal veterinario perché è riuscito in qualche modo  a farsi male e siamo riusciti a comprendere che stava soffrendo semplicemente dal suo modo di porsi nei nostri confronti; al contrario il dolore psicologico si manifesta in diversi modi come ad esempio rifiutare il cibo, non aver più voglia di giocare o di uscire etc… Spesso quest’emozione si manifesta in seguito ad un evento che segna in modo indelebile l’animale, come l’abbandono o la morte del proprietario e, in alcuni casi, il cane si lascia addirittura morire.

L’ANSIA, al contrario dei precedenti stati d’animo, è difficile da comprendere e ogni cane è portato ad esprimerla in modo diverso: tachicardia, orecchie ripiegate dietro la testa, minzione, eccesso di somestesi (leccarsi, mordicchiarsi etc…), dilatazione delle pupille, movimenti convulsi….sono solo alcune dei modi in cui Fido è portato ad esprimere quest’emozione.

Per alcuni soggetti è necessario ricorrere a medicinali per facilitare il controllo delle emozioni, come gli antidepressivi o betabloccanti se il nostro amico a 4 zampe risponde a quest’emozione aumentando il battito cardiaco. L’ansia può causare stress ed è in questo stato d’animo che viene prodotta la corticotropina, essa favorisce lo stato di allerta,vigilanza e sensibilità agli stimoli provenienti dall’esterno.

I fattori di stress nel cane possono essere molteplici: noia, frustrazione, problemi fisici, arousal troppo alto (energia inespressa), rapporti conflittuali con i proprietari, tecniche di addestramento troppo pressanti, abuso nella punzione, maltrattamenti…
É molto importante che il proprietario impari a riconoscere questi segnali, in modo da poter garantire una vita serena al proprio 4 zampe e, di conseguenza, essere in grado di vivere felicemente insieme a lui!
 
Qualche altra considerazione...
Durante le lezioni di educazione vi aiutiamo a comprendere il linguaggio del cane in modo che siate in grado di capire i suoi stati d’animo con facilità. Per coloro che sono alle prese con un cucciolo o con un cucciolone di 1 anno ½ vi possiamo assicurare che, con il passare del tempo, imparerete a conoscere in modo profondo il vostro 4 zampe…non abbacchiatevi se all’inizio risulterà difficile capire cosa vi sta dicendo!
Il fatto di essere in grado di comprendere gli stati d’animo del vostro peloso è molto importante in quanto potrete agire in via preventiva ed evitare l’insorgere di nuove paure o fobie.
Qualora si presentassero dei comportamenti inspiegabili e non riusciste a comprenderne il motivo, non esitate a chiedere il parere di un esperto!


a cura di Elena Padovani educatore cinofilo di http://www.casadolcetana.it/

Il cane prova emozioni