Si avvicina il periodo di Capodanno e con esso la cattiva abitudine, molto diffusa, dei botti, che per molti cani rappresenta un vero e proprio incubo. Per molti proprietari di cani questo periodo non è solo un momento di festa ma anche di angoscia per i loro amici e compagni a 4 zampe.

I cani sono dotati di un udito estremamente sviluppato e sensibile, perciò il rumore dei botti può provocare in loro una grave condizione di disorientamento: non riuscendo ad individuare la fonte sonora, non sono in grado di stabilire la direzione da prendere per allontanarsi.
Le esperienze passate e il carattere del cane hanno una grande influenza sulla sua reazione. Molti cani sono solo disorientati, altri hanno delle vere e proprie crisi di panico, tentano la fuga mordendo recinzioni e andando a sbattere su porte e pareti, altri semplicemente si nascondono o cercano il supporto del proprietario.

Ma cosa possiamo fare per aiutare il nostro cane?
Per prima cosa teniamolo in casa! Non lasciamolo all’aperto dove i rumori sono amplificati... potrebbe scappare, procurarsi ferite e vagare perdendo il senso dell’orientamento e la strada di casa. Se possibile restiamo a casa con lui, lasciamogli la possibilità di andare a nascondersi ma offriamogli il nostro supporto se viene a cercarci.
Accarezziamolo e usiamo un tono di voce sereno e dolce con lo scopo di tranquillizzarlo. Se rimane a casa da solo, chiudiamo le finestre e le persiane, lasciamo luci e tv accese, acqua e giocattoli a disposizione, non lasciamo in giro oggetti con cui potrebbe ferirsi andando a sbattere.

Possiamo anche farci aiutare da alcuni rimedi naturali come i fiori di Bach e gli oli essenziali. Gli animali reagiscono ai fiori di Bach più velocemente degli uomini, in quanto sono molto più sensibili alle energie vibrazionali. Tra questi possiamo utilizzare Mimulus e Rock Rose (2 gocce di ognuno dentro la ciotola dell’acqua) a seconda dell'intensità dello stato di paura, cominciando a somministrarli anche qualche settimana prima, magari all'inizio del mese di dicembre; il giorno stesso invece e nella notte di San Silvestro possiamo ricorrere al Rescue Remedy. Ottimi risultati si ottengono anche con gli oli essenziali. Le molecole aromatiche, entrando in contatto con i recettori olfattivi, raggiungono sotto forma di informazione le parti del cervello più antiche e legate alle emozioni, influenzando così i principali sistemi regolatori dell’organismo quali il sistema nervoso, quello endocrino e quello immunitario. Possiamo diffondere nell’ambiente oli essenziali di Lavanda e Arancio dolce, entrambi rilassanti e ed equilibranti con lo scopo di mitigare lo stato d’ansia del nostro cane.


a cura di Roberta Cestaro educatore cinofilo e operatore olistico - Wolf Essence - http://wolfessence.weebly.com/

Le ancore emozionali
I fiori di Bach per il cane
In vacanza con il cane